“Voglio rimanere incinta ora!”

Quando Amat Editore mi ha chiesto di scrivere un libro, ho pensato: “Mio Dio, che follia! Non ho tempo ” Però ora mi sento immensamente felice di averlo fatto. Soprattutto perché credo che con questo libro posso aiutare tutte le donne che vogliono avere un bambino, con informazioni chiare e affidabili sulla fertilità.

Viviamo nella società dell’informazione, dei master e dei corsi on-line, con la generazione di giovani più istruiti nella storia. Giovani che conoscono la velocità della fibra ADSL ma non hanno idea della velocità del loro sperma. Ragazze che comprano kits rivelatori di fertilità perché non riconoscono i loro giorni fertili. Infine, che sanno molto poco della loro fertilità e le loro aspettative sono sbagliate.

Molte donne credono che rimarranno incinte il primo mese e se non ci riescono, iniziano a cercare informazioni che di solito risultano essere non corrette o false.  Si trovano ad affrontare molti dubbi, tabù, pregiudizi e falsi miti, e cominciano a perdere tempo e ad accumulare ansia.

Questo lo spiego nel mio libro “Voglio rimanere incinta ora!”, con consigli pratici e vicini. E racconto la storia di tre donne con profili molto diversi che hanno deciso che è arrivato il momento di avere un figlio.

Credo sinceramente che questa guida sulla fertilità che ho scritto con tanto entusiasmo può essere molto utile alle donne che, come le protagoniste del libro, hanno già deciso di intraprendere l’emozionante viaggio della maternità. Voglio, inoltre, che queste donne si sentano accompagnate nel caso in cui le cose non vadano bene e hanno bisogno di un trattamento per rimanere incinte. In queste circostanze molte volte si sentono sole ed incomprese, e voglio che sappiano che non devono sentirsi cosi.

Come medico, mi auguro che questo lavoro contribuisca ad eliminare tabù in modo tale che la sterilità non debba più essere un fatto da nascondere, affinché la nostra società la accetti come una malattia e che se ne possa parlare in modo naturale.

Si noti che solo la metà delle coppie infertili chiede aiuto ed in molti casi è quasi solo per trattamenti alternativi. Si stima che solo il 22% arriva a ricevere cure mediche, e, purtroppo, spesso in ritardo.

Spesso ciò accade perché non hanno le informazioni adeguate; a volte anche per questioni morali o religiose che le inducono ad accettare la situazione o a rifiutare le cure; per problemi economici, perché non trovano sostegno nella loro famiglia o nel loro partner, o semplicemente perché preferiscono nasconderlo.

Ora è possibile trovare il libro nei negozi e nelle principali librerie in tutti i paesi di lingua spagnola e presto negli Stati Uniti, o anche attraverso l’acquisto on-line sia per la versione cartacea che per quella digitale. In futuro sarà tradotto in altre lingue.

Non dimenticherò mai il giorno in cui apparse pubblicamente “Voglio rimanere incinta ora!”, durante una bella cerimonia a Barcellona con una performance di Antonio Orozco, come si può vedere nel video.

captura-de-pantalla-video-corto

Lascia un commento

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: